IN CUCINA PILLOLE IN VIAGGIO

Visita e degustazione all’Acetaia Giusti di Modena

Continuando la scoperta dell’ Emilia Romagna, abbiamo deciso di visitare un’acetaia a pochi km da Bologna e ci siamo affidati a quella della famiglia Giusti a Modena, in attività dal 1605.

Il Museo offre una visita con degustazione gratuita nella quale è possibile scoprire i segreti e i sapori della storia e produzione di questo gustoso oro nero.

Durante il percorso ci vengono spiegate le differenze della produzione dell’ aceto balsamico DOP e IGP e ci vengono confidati gli ingredienti per la sua nascita: uva (principalmente da Lambrusco o Trebbiano), botti in legno e tanta tanta pazienza.

Infatti, il tempo di maturazione e invecchiamento per l’aceto DOP è minimo di 12 anni e viene chiamato l’affinato, l’extra vecchio ha almeno 25 anni ed è valutato e imbottigliato direttamente al consorzio di Modena. La bottiglietta ufficiale è una piccola ampolla, simile ad un matraccio, e se non si trova in questo contenitore non è considerabile Modena DOP.

Il Mastro acetiere segue il ciclo vitale del balsamico, occupandosi di procedere secondo il metodo antico di produzione.

L’IGP nasce attraverso un metodo diverso che prevede l’aggiunta di aceto di vino, matura in botti di legno che gli concedono particolari essenze di gusto e viene imbottigliato a seconda del grado di acidità.

Al termine della visita al museo, degustiamo in purezza i diversi invecchiamenti compresa la gran riserva.

Le visite sono disponibili tutti i giorni, qui il sito dell’acetaia.