PILLOLE DI LIBRI

#Pilloledilibri Woman Power

Come vi ho anticipato nell’articolo in occasione di marzo, in questa edizione di pilloledilibri vi racconto di donne, scrittrici per scelta o che sono state portate a raccontare qualcosa.

Ecco la prima storia.

Qualche anno fa, al Mudec di Milano c’è stata una mostra dei quadri di Frida Khalo, improvvisamente Frida è diventata il simbolo di una lotta targata girl power. Non conoscevo la sua storia prima che i suoi quadri arrivassero in città, ma estremamente curiosa, sono stata al museo anche io.

Prima di quella visita avevo già iniziato a leggere qualcosa su Google e così avevo trovato la sua vita e la sua storia.

Frida è nata nel 1907 nella periferia di Città del Messico. La sua vita fu veramente travagliata. Affetta da spina bifida, a diciotto anni rimase colpita da un incidente in autobus, la colonna le si spezzò in tre punti ed ebbe ferite alla spalle al piede, costole e femore. Questo la costrinse a un riposo forzato con un busto per molto tempo. Famoso in questo periodo è il letto con uno specchio al soffitto in modo che potesse vedersi. Il dolore di quel corpo spezzato diventa bellezza e colore.

Il suo carattere era molto forte, singolare il suo talento artistico e dallo spirito indipendente e riluttante alla convenzione sociale.

Incontrò Diego Rivera, un famoso pittore dell’epoca, i due erano uniti dall’arte e dalle ide politiche. Nel 1929 si sposarono.

Il loro rapporto è ricco, carico di adrenalina, tradimenti e relazioni anche omosessuali.

Frida rimase incinta ma perso il bambino, i due divorziarono quando scopri la relazione di suo marito con la sorella.

Si risposarono qualche anno dopo. La loro storia d’amore è raccontata nei suoi diari.

Morì a quarantatré anni e riposa nella Casa Azul, la sede del museo a lei dedicato.

Nei suoi dipinti è palese il rapporto che ha con il suo corpo ferito e un aspetto fondamentale della sua arte. I colori sono caldi e appare crudeltà e verità.

Di film e documentari ce n’è sono molti, io ho guardato Frida, il film che era disponibile su amazon prime qualche tempo fa. Secondo me fatto benissimo e utile anche ai pigri (😂😂) che non hanno voglia di leggere troppo ma sono incuriositi dalla storia di questo vulcano di donna.

Brunori Sas ha scritto questa canzone, che per giorni non avevo smesso di ascoltare. (Quando vado in fissa per una storia poi mi ci immergo in toto)

Due incidenti ho avuto nella vita, uno sei tu
Nonostante questo io ti amo
Io ti amo più di ogni altra cosa anche di me
Che sono la tua bimba di cristallo
Nonostante le tue amanti, le mie amanti che
Lo sappiamo bene, erano un gioco
Ma se bevi il sangue del mio sangue, allora no
Questo gioco non te lo perdono

Ma sì, che ti perdono
Anche se lo so che tanto poi cadrai di nuovo
E sì, che tu sei un uomo
Io lo so bene

E volano i pavoni
Sembrano aeroplani contro le finestre
Siamo il mostro e la bambina
Il trionfo e la rovina, noi
Brucia la mia carne senza te
La mia saliva e il mio sudore
Brucia questa nostra casa azzurra
Brucia il mio corpo per amore

Santa Morte prendi quello che resta di me
Questo corpo ormai non mi appartiene
Questo letto, questo specchio ormai rifletterà
Sulla tela solo il mio dolore
Che ho provato ad annegare in fiumi di Mezcal
Ma il dolore sai, lui sa nuotare
Braccia forti che purtroppo non ho avuto mai
Per tenerti e non lasciarti andar
e

Ma va’, dove ti pare
Tanto prima o poi
Lo so che tornerai a bussare
Sì, che questo è amore
Puoi dirlo bene

E volano i pavoni
Sembrano aeroplani contro le finestre
Siamo il mostro e la bambina
Il trionfo e la rovina, noi
Brucia la mia carne senza te
La mia saliva e il mio sudore
Brucia questa nostra casa azzurra
Brucia il mio corpo per amore

Così, Frida i suoi insegnamenti, la lotta, l’indipendenza e la forza di restare se stesse nonostante tutto sono diventati simbolo della lotta al patriarcato. Il simbolo del comunismo, del poliamore, della libertà sessuale e politica. Pazzesco quanto sia attuale molto attuale ancora tutto questo.

Viva la Vida , il suo ultimo quadro, dipinto qualche girono prima di andarsene,  diventa un canto alla pienezza e succosità della vita vissuta fino all’ultimo sorso.

Di libri su Frida ne trovate molti, lei ha scritto “lettere appassionate” dove racconta la sua storia d’amore e la sua vita da giovane donna combattiva e ricca di vita.

Personalmente ho letto un libro d’arte, per essere preparata davanti ai quadri del Mudec, e la sua storia appare così colma e ricca che vale la pena approfondirla.

Voi avete una donna guida? Qualcuno che vi ha ispirato profondamente in qualche periodo della vostra vita?

(2) Commenti

  1. […] Come promesso oggi, continuiamo con i racconti di donne, scrittrici che sono state un simbolo per la società e nel caso di oggi, per l’Italia. (Qui trovate il primo #Pilloledilibri Woman Power dedicato a FRIDA KHALO) […]

  2. […] Bologna, fino al 27 febbraio 2022 c’è tempo per visitare l’esposizione sulla vita di Frida Kahlo. Artista e pittrice messicana che rappresenta un’icona contemporanea per la sua forza […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.