PILLOLE IN VIAGGIO

Il Palazzo di Re Enzo a Bologna

Approfittando del ponte di San Petronio, il patrono della città di Bologna, è stato aperto il palazzo di Re Enzo, occasione unica per vestirmi da turista per qualche ora nella città che mi ospita.

Il palazzo ha preso il suo nome non perchè gli sia stato dedicato per qualche opera unica ma bensì perché era la sua prigione!

Durante la Battaglia di Fossalta, tra Modena e Bologna, il re di Svevia, Federico II, invia truppe in soccorso ai modenesi e mette a capo dell’esercito mette il figlio, Enzo. Enzo era Re di Sardegna, abitava in Puglia noncurante delle battaglie e senza alcun interesse bellico. Fu immediatamente catturato dai bolognesi e imprigionato in questo palazzo dove morirà ventitré anni nel 1272. 

FUN FACT: anche se era prigioniero a Enzo, era concessa una vita agiata. I bolognesi non accettavano pagamento di riscatto usando il prigioniero come garanzia per evitare conflitti futuri. La vita gli era allettata con la possibilità di dedicarsi alle arti, poesia e scrittura e in compagnia di dame. Lascia infatti quattro figli legittimi.

Controllate il sito di Bologna Welcome per tutte le info relative alle visite guidate, i prezzi e le disponibilità.

(1) Commento

  1. […] Passione per BOLOGNA? o una gita in programma? Leggi qui! […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.